Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

[Citazione del momento]
Gli occhi sono ciechi, quando la mente si occupa d'altro. Publilio Siro
Viagra online

Guarigione rapida delle fobie – prima parte

category Programmazione neurolinguistica Elia Tropeano 2 Dicembre 2007 | 8,655 letture | Stampa articolo |
8 votes, average: 4.75 out of 58 votes, average: 4.75 out of 58 votes, average: 4.75 out of 58 votes, average: 4.75 out of 58 votes, average: 4.75 out of 5 (voti: 8 , media: 4.75 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

La dissociazione è particolarmente utile per i ricordi intensamente sgradevoli e per la guarigione rapida delle fobie. Un conoscente mi chiese se, con la Programmazione neurolinguistica (PNL), fosse possibile eliminare la sua fobia del buio che lo costringeva a dormire con la luce accesa. Risposi che era possibile in pochi minuti. Facemmo l’esperimento e la cosa riuscì perfettamente. In quei giorni pensavo a mia figlia di sei anni che da qualche tempo manifestava la stessa fobia e dormiva, tutte le notti, con la testa sotto le coperte. Una sera, prima che si addormentasse, le raccontai una fiaba dove c’erano tutti gli elementi per la guarigione rapida delle fobie. La notte successiva notai, con soddisfazione di padre, che la sua paura del buio era scomparsa.

Una donna confessò di avere da oltre 30 anni la fobia dell’acqua: andava in piscina, ma non riusciva a imparare a nuotare, perché, non appena l’acqua le arrivava all’addome, era colta da una forte agitazione e provava un senso di soffocamento e terrore. Le proposi di sperimentare la cura rapida delle fobie, chiamata anche dissociazione visiva/cenestesica. Accettò subito l’esperimento perché voleva liberarsi da quella angoscia presentatosi all’età di cinque anni. La informai che non avevo bisogno di conoscere la sua storia personale, tanto meno sapere di che fobia si trattava. Quindi, procedemmo: “ Immagina di vedere te stessa appena prima di manifestare la reazione fobica (dissociazione), possibilmente in bianco e nero… Adesso trasformi l’immagine fissa in un film e guardati dall’inizio fino al momento immediatamente successivo alla fine dell’esperienza spiacevole… Ora ferma il film ed entra nell’immagine (associazione), in modo da osservare con i tuoi occhi, e a colori, l’ambiente circostante… Fai ripartire il film all’indietro rapidamente, in un paio di secondi. Tutte le cose si muoveranno al contrario, proprio come quando si riavvolge la pellicola di un film… Adesso pensa alla fobia per sapere se ti da ancora fastidio”… Rispose di non essere più terrorizzata, ma sentiva il bisogno di andare in piscina per una conferma. La incontrai, dopo qualche giorno, e chiesi se fosse andata in piscina: rispose di sì e di non aver avuto panico nonostante le fosse andata più volte l’acqua in bocca, aveva perfino cambiato corsia e stava imparando rapidamente a nuotare.

Successivamente convocai alcune persone ad esercitarsi sulla dissociazione visiva/ cenestesica. Li divisi in gruppi di tre e invitai loro a provare a turno la tecnica: io stesso facevo parte di un gruppo. Durante l’esercitazione, una donna attirò l’attenzione dei presenti per un eccessivo grido d’esaltazione. Interrompemmo gli esercizi per capire che cosa stava accadendo. Questa dichiarò entusiasta e sbalordita che riusciva a immaginarsi seduta nel vuoto, libera da quella paura che l’aveva tormentata fin da bambina, e per 40 anni, perfino nei sogni. Un altro partecipante riferì di aver avuto un evidente sollievo dalla paura dei serpenti che in passato gli aveva causato addirittura allucinazioni.

Al successivo incontro chiesi ad alcuni del gruppo informazioni circa le loro fobie, la partecipante che aveva paura del vuoto raccontò la storia della sua fobia. Da bambina si era trovata su un balcone privo d’inferriata, inclinato e con la vista su uno strapiombo: voleva rientrare, ma le ante si erano chiuse. Continuò parlando del sogno che fece la notte successiva al giorno in cui aveva provato la dissociazione visivo/cenestesica. Si trovava su un balcone senza protezioni, sopra un baratro, libera da ogni paura. Ad un tratto crollò la casa, ma non ebbe alcuna preoccupazione.







19 Commenti a “Guarigione rapida delle fobie – prima parte”

  1. valter

    avrei proprio bisogno di liberarmi al più presto di una fobia che sfocia quasi sempre nell’ipocondria e viceversa. Se può aiutarmi la prego di scrivermi alla email sovraindicata. Grazie. Valter pandolfi

  2. Elia Tropeano

    Sono a sua disposizione. Come avrà capito non sono un terapeuta, ma un ricercatore che opera senza scopi di lucro.

  3. Elia Tropeano

    Non ho trovato l\’indirizzo della sua mail, ma il mio numero di telefono è

    329 7623055

  4. pat

    ciao cm promesso eccomi a rendere la mia storia da qualke settimana senza saper inizia la mia fobia nel giudare l’auto e vedere spazi aperti cm ponti o curve scoperte dove si vede il vuoto premetto ke sn 1 operatore 118 in 1 strada fatta tante volte senza motivo o incidente vado in crisi di panico rimango pietrificata nn sn riuscita a muovermi fin quanto 1 xsona si accorge di cio’ ke mi accade e lentamente mi fa’ scendere da queste curve ke mi divoravano anke cn la salita la stessa situazione ed ogni giorno era peggio ho provato anke cn ansiolitici ke mi aveva prescritto il mio medico ma niente finito l’effetto dopo 1 po’ si ricominciava , fino a quando n mi sn imbattuta tramite internet su questo blog ho contattato subito elia ke nel giro di mezz’ora grazie a lui e al suo metodo di dissociazione sn stata in grado di ritornare in makkina giudare tranquillamente cn 1 sensazione di tranquillita’ e benessere cosa ke neanke avrei mai immaginato Elia grazie di cuore x cio’ ke hai atto ora mi sento libera e serena 1abbraccio

  5. elia

    La dissociazione visivo/cenestesica è molto potente, Con questa si possono risolvere sia problemi clinici sia psicologici.
    Purtroppo richiede precisione, basta un minimo di errore che non funzione più.
    Non riuscii a fare molto con una signora di Napoli perché aveva difficoltà a riavvolgere alla rovescia un filmato mentale. Ovviamente, la cosa si può risolvere mettendo la persona in un leggero stato alterato di coscienza, ma mi trova in un Bar e non potetti utilizzare la tecnica.
    Comunque, non sono un terapeuta, ero un professore che insegnava agli allievi come gestire il proprio cervello in caso di problemi. Parlo al passato perché mi sono ritirato e abbandonato gli studi e la ricerca nel settore.
    Un buon maestro sa guidare gli studenti e correggere istantaneamente i molteplici errori che questi commettono, attualmente non sono più tanto pratico e per trovare lo sbaglio mi serve più tempo. In passato riuscivo ad eliminare una fobia grave in meno di un minuto.
    Grazie a te. da elia

  6. pat

    sn io ke ringrazio te di cuore caro elia 6 davvero unico

  7. elia tropeano

    http://www.nienteansia.it/news-utenti/viewart.php?idart=223

  8. giovanni

    Ho lo stesso problema di Pat. Cosa devo fare?

  9. elia tropeano

    Il mio numero è 3272367595, Ho abbandonato gli studi e la pratica di queste metodiche, Mi piacerebbe ricominciare e utilizzarle via diretta streaming. Spero organizzarmi presto. Ovviamente, i problemi saranno a contenuto segreto e volendo anche gli interventi.

  10. pat

    giovanni riuscirai a guarire fidati cn me elia c’e'riuscito

  11. elia tropeano

    Grazie Pat, ma sono fuori allenamento, mi potrebbe aiutare una ripresa video. Comunque, ci provo.

  12. FRANCO

    Salve Elia
    mi interessa la favola per la paura del buio, anche mi figlia ne soffre e ho provato con altre tecniche di pnl tipo la riduzione della sensazione e il rimpicciolimento dei personaggi che intervenivano al buio e la loro uscita di scena
    mi potrebbe dare qualche dritta?

  13. Antonio

    Ciao Elia, avrei un problema con una fobia specifica che non riesco a risolvere forse mi puoi dare un aiuto.
    Grazie

  14. elia tropeano

    Possiamo provare, ma raramente mi capita di trattare le fobie. Sono fuori allenamento, tuttavia tentare non costa nulla. Mio cell. 327/2367595.
    Con Pat la tecnica funzionò (le spiegai, via telefono, ll procedimento descritto nell’articolo).

  15. Raffaele

    salve ho bisogno di liberarmi da una fobia che mi affligge da sempre.
    se può aiutarmi le chiedo cortesemente il suo aiuto.

  16. elia tropeano

    Devi eseguire correttamente la metodica descritta, ti guiderò via telefono. Studiatela un pochino e ricorda che devi essere sempre dissociato nella prima fase (devi immaginare di vedere sempre te stesso e mai immedesimarti nella scena traumatica). Nella seconda fase puoi associarti senza problemi. sono le condizioni necessarie per far funzionare la tecnica. Il filmato scaturisce da una immagine fissa nel momento precedente l’esperienza fobica che potrebbe essere un minuto prima, un’ora, un giorno, insomma un momento precedente ove ti sentivi tranquillo. Il filmato si blocca con una immagine fissa a un periodo successivo all’evento, quando tutto è finito e ti sentivi nuovamente tranquillo.

    Mio cell. 3898813907

  17. pat

    ciao elia come stai?e’bello rileggere cio’ke fu’quel grande giorno…quando imbattendomi in te sn rinata auguro 1 grosso imbocca al lupo a tutti forza ci riuscirete ad uscire da tutto cio’insieme ad elia ritornerete alla vostra vita normale un abbraccio a te elia ciao da pat

  18. elia tropeano

    Ciao, tutto bene. Grazie e auguri.

  19. pat

    auguri a te caro elia e a tutti i nostri amici qui un abbraccio buone feste

Lascia un Commento

*