Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

[Citazione del momento]
Si può resistere alla forza di un esercito; non si può resistere alla forza di un'idea. Victor Hugo
Viagra online

Stress, Ansia & C.

category Disturbi e patologie Monica Cappello 10 Febbraio 2012 | 2,810 letture | Stampa articolo |
0 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 5 (voti: 0 , media: 0.00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

Lo stress è una Sindrome Generale di Adattamento, che l’organismo mette in atto per rispondere agli effetti prolungati di svariati tipi di sollecitazioni, come stimoli fisici, mentali, sociali e ambientali. Esso può essere positivo o negativo: il primo è indispensabile per vivere meglio ed è rappresentato da stimoli ambientali, il secondo provoca scompensi emotivi e fisici difficilmente risolvibili.

I sintomi possono essere ansia, panico, insonnia, affaticamento, perdita di memoria e concentrazione, cefalea, aumento della pressione arteriosa, tachicardia, tensione muscolare e disturbi sessuali come eiaculazione precoce, disfunzione erettile, vaginismo.

L’ansia spesso nasce quando si sviluppano convinzioni rigide ed irrealistiche sulla propria persona.

Si sviluppano pensieri irrazionali, riassunti così:

  • “Devo assolutamente ricevere amore e approvazione dalle persone per me importanti, altrimenti sono un essere senza valore”
  • “Devo assolutamente essere competente e avere successo almeno in un’area di attività, altrimenti sono un fallito”
  • “La gente non deve trattarmi male, altrimenti è gente cattiva che merita la mia condanna”
  • “Il mondo deve favorirmi, altrimenti è un luogo orribile ed insopportabile”

Partendo da questi presupposti, prima o poi si sviluppa uno stato di ansia e di depressione.

L’ansia può comparire in determinati frangenti, oppure essere sempre presente, indipendentemente dalle situazioni.

Dobbiamo distinguere, però, lo stato di “ansia normale o fisiologica” da quello “patologico”, nel quale le ricadute interessano l’appetito, la sessualità e il sonno, compromettendo la qualità della vita delle persone che ne sono affette, poiché vivono in uno stato di tensione continua.

La terapia farmacologica e quella comportamentale aiutano a controllare i sintomi, ed è importante che la psicoterapia di sostegno sia parte integrante del trattamento.

 

Dottoressa Monica Cappello
Psicologa – Consulente in Sessuologia
CENTRO MEDICO PIFFETTI – Torino
Tel. 3397712301
Sito web: http://cappellomonica.xoom.it







Lascia un Commento

*