Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

[Citazione del momento]
Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendo. Aristotele
Viagra online

La depressione stagionale

category Disturbi e patologie Teresita Forlano 7 Marzo 2011 | 3,499 letture | Stampa articolo |
2 votes, average: 4.00 out of 52 votes, average: 4.00 out of 52 votes, average: 4.00 out of 52 votes, average: 4.00 out of 52 votes, average: 4.00 out of 5 (voti: 2 , media: 4.00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

La depressione stagionale, conosciuta anche come disturbo affettivo stagionale (SAD ossia Disturbo Affettivo Stagionale) fa parte delle Sindromi Meteoropatiche, ovvero di quelle situazioni problematiche che si manifestano in un insieme di sintomi psicofisici negativi conseguenti alle variazioni climatiche e/o stagionali.

E’ un tipo di depressione collegato alle stagioni, molto comune nei mesi invernali, soprattutto in paesi dove la luce è limitata in inverno, ma può presentarsi anche in autunno e in primavera. Tuttavia, le persone possono riportare l’esperienza di depressione stagionale all’inizio del periodo estivo. La variazione stagionale varia da persona a persona.

Si presenta ogni anno al cambio di stagione, in particolar modo con l’accorciarsi della giornata di luce, l’umore è influenzato dalla luce solare presente nell’ambiente in cui si vive. Le persone sentono un calo dell’umore, stanchezza, disinteresse per le attività che svolgono normalmente, sonnolenza, calo del desiderio sessuale, difficoltà di concentrazione e attenzione, aumento di appetito, specialmente per dolci, pasta, carboidrati. Alcune persone però possono presentare insonnia o scarso appetito.

Perché venga diagnosticata una depressione stagionale è necessario che i sintomi si presentino senza un motivo di stress, come ad esempio un problema familiare, scolastico o lavorativo; due o più anni di depressione legata alle stagioni devono essere presenti nella storia del paziente.

Esiste una variante rara di depressione stagionale nota come SAD inversa, in cui le persone fanno esperienza di umore euforico (mania) durante i mesi estivi, dopo un periodo di umore depresso nella stagione invernale.

Dato che, la depressione stagionale può comportare spesso passaggi da umore depresso a mania, essa può essere considerata un precursore per il disturbo bipolare e, in alcuni casi, in persone affette da disturbo bipolare, la depressione stagionale può essere mal diagnosticata. I trattamenti per questi due disturbi dell’umore sono molto diversi, per cui è fondamentale saper fare una diagnosi differenziale.

Per la depressione invernale il trattamento privilegiato è la terapia della luce o fototerapia, in cui il soggetto, in alcune sedute, viene esposto a fasci di luce. Di norma le sedute, associate a trattamento psicoterapeutico, vengono effettuate per lo più durante le prime ore del giorno, soprattutto nei pazienti che hanno difficoltà nel risveglio mattutino o che sentono il bisogno di dormire nonostante abbiano dormito senza difficoltà durante la notte.
La funzione della luce- terapia è quella di abbassare il livello ematico della melatonina, ormone che facilita il sonno, e aumentare l’efficacia della serotonina, un neurotrasmettitore che combatte la depressione. Secondo dati scientifici, fino ad ora non si sono riscontrati effetti collaterali, se non delle controindicazioni per i pazienti diabetici o per coloro che soffrono di malformazioni e disturbi alla retina.

Va detto che la depressione stagionale autunnale e invernale, può essere gestita in modo adeguato anche a tavola, mediante particolari cibi che incidono sull’umore.

La mania dell’estate viene trattata con psicoterapia e farmaci.

Come capita sovente, le persone sentono il problema ma sono restie a chiedere un aiuto specialistico per la depressione, soprattutto nel caso di quella stagionale.

Suggerimenti: chi chiede aiuto ad un professionista della salute mentale, può trovare la sua qualità di vita notevolmente migliorata. Far fronte alla depressione stagionale aiuta ad essere più produttivi nel lavoro, a scuola o in altri contesti durante i periodi di depressione.

 

A cura della dott.ssa Forlano
Psicologa, Specializzanda in Psicoterapia
della Gestalt e Analisi Transazionale.







Lascia un Commento

*