Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

[Citazione del momento]
La costanza di un'abitudine è di solito proporzionale alla sua assurdità. Marcel Proust
Viagra online

Parapsicologia radionica curativa PRC

category Altre terapie Germano Pelli 17 Febbraio 2014 | 1,839 letture | Stampa articolo |
0 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 50 votes, average: 0.00 out of 5 (voti: 0 , media: 0.00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

La Parapsicologia Radionica Curativa si basa sullo stato vibrazionale elettromagnetico dove le particelle di materia vengono informate da altre onde elettromagnetiche andando a stimolare l’energia fotonica della mente portandola ad innalzare le vibrazioni e di conseguenza a influenzare in un nuovo stato di stimolazione la materia stessa. Queste onde elettromagnetiche sono emanate da tutti gli oggetti e  forme materiali esistenti in natura, compresi naturalmente gli esseri viventi e interagiscono sullamateria e sono in grado di deviare le energie negative lasciando spazio a quelle positive con un mirato intervento su punti meridiani e ciakra. Queste onde di vibrazione non sono assolutamente rilevabili con strumenti fisici ne sono palpabili, la loro lunghezza d’onda è infinitesimale ma esse possiedono delle qualità curative o distruttive al di la del pensiero umano e si spostano a velocità di milioni di volte più elevata di quella della luce, viaggiano alla stessa velocità del pensiero. Attualmente l’uomo ha sviluppato un alto grado di tecnologia ma non si è mai soffermato abbastanza a sviluppare le impensabili potenzialità nascoste della mente. Queste onde vibrazionali nell’antichità erano ampiamente conosciute ed usate sia a scopo curativo che distruttivo ma con l’avvento delle tecnologie queste conoscenze si sono assopite. Attualmente e fortunatamente oggi queste conoscenze si stanno risvegliando suscitando un notevole interesse in tutti i campi di applicazione. In ambito curativo va comunque sottolineato che la radionica è una terapia di complemento e non sostituisce le cure mediche ma va anche detto che applicandola assieme alle cure mediche, o anche da sola, può accelerare il processo di guarigione. Quando si dice curare un soggetto con la radionica cé sicuramente un’azione sulla materia ma questa azione è avvenuta perché si e interagito a livello di fluido mentale  elettromagnetico sulla parte eterea, perciò tutto avviene inizialmente non nella materia ma nella parte eterea dell’essere vivente lavorando con la parapsicologia nella mente e più precisamente nel cervello limbico ove risiede la memoria emozionale. Il cervello limbico emozionale si può considerare un’area di “sosta” tra i due emisferi e l’ipotalamo intervenendo nell’elaborazione degli eventi informativi sia a livello razionale che sensitivo inviandoli all’emisfero destro e sinistro i quali invieranno l’informazione elaborata all’ipotalamo che a sua volta ordinerà al sistema neurovegetativo e endocrino l’azione da effettuare sugli organi fisici archiviando poi nella memoria emozionale i dati elaborati dai due emisferi rileggibili come sgradevoli o gradevoli e preparando l’organismo a uno stato di difesa o di gioia nel caso si dovessero ripetere i medesimi eventi. In modo sintetico si può riassumere dicendo che l’evento che arriva dall’esterno,sia in modo fisico che emotivo, arriva al cervello limbico, il cervello limbico invia i dati rilevati ai due emisferi per un confronto i quali interpreteranno le informazioni elaborandole in forma razionale o sensitiva. I dati così  elaborati vengono inviati all’ipotalamo che darà l’ordine al sistema neurovegetativo e endocrino di intervenire sugli organi avviando in processo di allerta o di rilassamento o di auto guarigione.

A questo punto si può dire chiaramente che la memoria emozionale del cervello limbico può dare e fornire  la risposta alle cause dei disagi psicofisici. In altre parole se un evento provoca una sensazione e reazione emotiva sicuramente questo è dovuto  al risentire e al riemergere un evento passato registrato nella memoria emozionale. Questo evento, sovente e soprattutto se sembra di non ricordarlo, può arrivare da vite precedenti. Per liberarsi da una situazione di disagio psichico  o di sofferenza fisica non si può solo accettarla o addirittura reprimerla, prima o poi riapparirà in modalità ancora più eclatante causando disagi psichici e disturbi fisici anche notevoli. Di conseguenza questa situazione di disagio va messa a fuoco perché reprimendola non si lascerà emergere la possibilità di liberarsene e lasciarla andare. Quindi l’importanza di una seduta di parapsicologia radionica non è quella di intervenire sulla patologia stessa, sia essa fisica o psichica, ma sull’evento emozionale scatenante racchiuso nella memoria emozionale del cervello limbico. Questo evento emozionale scatenante può risiedere nella memoria emozionale addirittura dal grembo materno, da episodi adolescenziali significativi o da eventi rilevanti più o meno recenti.

La Ghiandola Pineale e L’asse Ipotalamo Ipofisi Surrene

Nel nostro organismo sono presenti numerosi punti di estrema importanza per il benessere psicofisico. Essi sono la Ghiandola Pineale e l’asse Ipotalamo Ipofisi e Surrene. Queste ghiandole esercitano il loro lavoro in corrispondenza dei cicli di giorno e notte rilasciando tre ormoni molto importanti, la Serotonina, la Melatonina e la Noradrenalina. Queste ghiandole, se si trovano in disarmonia a causa di stress psicofisici possono danneggiare seriamente l’umore di una persona portandola in stati depressivi unipolari o bipolari con anche gravi conseguenze. La serotonina si attiva all’inizio del ciclo di veglia e rimane attiva durante le ore di luce stimolando, l’attenzione e la concentrazione. La melatonina si attiva all’inizio del ciclo notturno subito dopo che i ricettori della retina non percepiscono più la luce andando a stimolare in modo decrescente l’attività delle onde cerebrali passando progressivamente dalle onde beta alle alfa alle theta fino alle delta. La noradrenalina è rilasciata delle ghiandole surrenali quando una serie di cambiamenti fisiologici e psichici sono attivati da un evento. Quando una persona o un animale si trova in stato di pressione psichica o di stress fisico queste ghiandole entrano in uno stato di disequilibrio e riducono la secrezione di ormoni. Se la cosa diventa grave possono subentrare diverse carenze psicofisiche, tra le più conosciute dalla nostra società c’è l’insonnia, la stanchezza cronica e la depressione. Con l’ausilio delle applicazioni radioniche, sia fluido-praniche che cromatiche, è possibile ripristinare il normale funzionamento di queste importanti ghiandole. Il  lavoro mirato di Radionica Energetica sull’asse Ipotalamo Ipofisi e Surrene, con un intervento anche su punti meridieni di energia e un lavoro verbale di terapia trascendentale é ottimo per la cura delle forme e degli episodi di depressione o stati di alterazione di coscienza non voluti.

Emisferi cerebrali

Il nostro cervello è costituito da due emisferi collegati fra loro da un “cordone” chiamato Corpo Calloso, composto da fibre nervose. L’emisfero sinistro controlla la parte destra del corpo, mentre l’emisfero destro controlla la parte sinistra del corpo. Ogni emisfero  percepisce a suo modo la realtà e i segnali che a lui giungono. I due emisferi lavorano in stretta sintonia e collaborazione. Tuttavia a causa del loro diverso lavoro da svolgere, in alcuni casi, uno dei due può prendere la supremazia sull’altro creando una sorta di disputa. L’emisfero sinistro  si può paragonare come la sede dell’Io, quindi crea una percezione di noi e del mondo circostante mettendo a fuoco lo spazio e il tempo. Canalizza e analizza quindi le informazioni che a lui giungono in modo razionale esprimendosi con la scrittura e il verbo. Costruisce ed elabora ragionamenti e discorsi anche complessi. Questo emisfero può causare  malattie e disordini fisici. L’emisfero destro si può paragonare ad un ricettore. Quindi elabora i dati che riceve in modo immaginativo e  intuitivo. Non mette a fuoco  il concetto dello spazio e del tempo ed agisce in modo intuitivo ed emotivo. Può manifestare quindi pensieri mistici e azioni artistiche.  Può attivare un sistema di auto guarigione. L’attività dei due emisferi dovrà essere pertanto equilibrata, senza che uno dei due predomini sull’altro, si ridurrà così la sensazione di stress sia fisico che psichico e si arriverà a gestire i problemi del quotidiano in un modo meno duro. Per esempio se davanti ad un problema prevarrà il lavoro dell’emisfero destro saremo propensi a far finta che il problema non esista nascondendolo in un angolo dell’inconscio, ma prima o poi riapparirà. Se invece prevarrà il lavoro dell’emisfero sinistro si avrà un atteggiamento impulsivo, troppo logico e troppo schematico, quindi si avrà una inquadratura. Quando invece si riuscirà a far lavorare i due emisferi in sintonia si avrà una buona creatività con una logica bilanciata. In sintesi l’emisfero sinistro viene usato in prevalenza per apprendere ed elaborare le nozioni materiali e logiche mentre quello destro viene usato per sviluppare la parte mistica creativa e artistica. Per arrivare ad una bilanciatura e una centratura  degli emisferi molto vicina all’ottimale sarà opportuno la pratica di quella discipline che lavorano prevalentemente con l’energia.

IL SISTEMA DA ME IDEATO E USATO.

La radionica si divide in due parti che devono comunque lavorare in simbiosi:

Radionica Diagnostica e Radionica Curativa.

Radionica Curativa

La prima applicazione curativa, o conduzione radionica, dopo aver in precedenza effettuato una diagnosi sensoriale parapsicologica, funziona conducendo il cliente in uno stato vibrazionale di alterazione di coscienza ipnotica vigile attraverso particolari respirazioni e facendogli visualizzare un simbolo geometrico detto anche tavola radionica o portale radionico, ( ogni operatore radionico dovrebbe usare un suo simbolo personale ), caricato di energia cosmica universale su cui la persona in terapia invia le proprie onde elettromagnetiche mentali comunicando con il simbolo radionico ed esprimendo ad esso, in modo inconscio, il proprio disagio psicofisico sotto la guida dell’operatore. Dopo questo primo processo, passo a distanza di qualche centimetro, prima con la mano destra emettendo energia e poi, se il caso lo richiede, con il laser cromatico, su dei punti energetici mirati segnando virtualmente dei precisi disegni andando ad interferire con le energie fotoniche e il DNA della persona. Per le applicazioni di ricarica energetica riequilibrante il percorso sarà direttamente orientato su precisi punti dei meridiani di energia e sui chakra. Questa tecnica la si può usare su persone, animali, piante e materiale organico. Usando questo sistema è assolutamente necessario che l’operatore sia in grado, tramite il suo flusso elettromagnetico, di interferire sulle onde magnetiche della persona in modo molto mirato nell’immissione di quantità di energia  per poter provocare un riequilibrio mirato e adatto per ogni situazione. Per operare in modo ottimale e potente da parte dell’operatore ci vuole l’unione tra mente e cuore, la loro fusione creerà un’energia al di sopra del pensabile. È inoltre necessario che l’operatore, prima di iniziare il trattamento e dopo il rito di caricamento e congiunzione  con il suo simbolo, sia in grado di creare su di lui uno schermo aurico protettivo onde non assorbire i disagi psicofisici della persona in terapia. La verifica sensoriale e pendolare la faccio senza la presenza del cliente servendomi esclusivamente di nome e cognome e data di nascita, di una foto o di un indumento della persona che mi chiede cura.

Radionica Diagnostica

Ogni operatore radionico, soprattutto gli spontanei, possiede un suo metodo.

L’operazione di diagnosi radionica è abbastanza delicata e lunga soprattutto se si devono scoprire patologie o disturbi nascosti che non sono ancora emersi sulla persona o che sono al loro inizio oppure problemi ossei, muscolari o psichici, oppure il perché si è verificata una malattia, o a che stadio si trova questa malattia.

In ogni caso le diagnosi radioniche ben eseguite sono precise al 100%.

Sono così precise proprio per il fatto che si va a interagire con le onde di forma della persona tramite il suo fluido fotonico elettromagnetico delle energie sottili e dalla radioattività emessa dalla forma in diagnosi dove tutto è impresso e registrato in modo indelebile nel cervello limbico. È ovvio che l’operatore che esegue la diagnosi deve possedere notevoli qualità sensitive soprattutto se la diagnosi viene effettuata con un “testimone” , nome scritto, oggetto, fotografia o indumento senza che la persona sia presente, in modo da poter connettersi con le sue onde di forma elettromagnetiche e radioattive e di conseguenza leggerne le informazioni che giungono a livello etereo senza interferenze emozionali date dalla presenza della persona. La diagnosi radionica si basa sull’adesso ora e non è attendibile per il futuro. Quindi i disagi psicofisici che emergono da una diagnosi sono da attribuire al preciso presente ma scatenatisi in passato ma non prevedibili in futuro.

Strumenti per la diagnosi.

Per una diagnosi radionica uso pochi strumenti.

Nome della persona, inchiostro nero su carta bianca è ottimale, fotografia o indumento.

Il pendolo, usualmente ne uso due tipi, uno in rame a forma di spirale e uno a forma circolare in oro con incastonato un’ onice nero ( l’onice nero neutralizza automaticamente le energie tra una diagnosi e l’altra ). La tavola madre con raffigurato la piramide caricata di energia cosmica universale. Una serie di tavole di diagnosi raffiguranti tutte le parti del corpo umano, esterno ed interno, su cui si andrà a scoprire cause e patologie dei vari disagi eterei e corporei. Dopo essermi connesso con l’energia della persona, la tavola madre e le mie guide, formulo mentalmente delle speciali frasi, appoggio la mano sinistra, quella ricettiva, sul nome, foto o indumento con accanto la piramide madre e con il pendolo nella mano destra  vado a ricercare il problema sulle varie tavole di diagnosi raffiguranti gli organi del corpo formulando delle precise domande sempre mentalmente e con la massima concentrazione sui segnali energetici che arrivano dall’oggetto testimone della persona.

Meditazione YauChun

Questo tipo di meditazione lo si può fare sia in piedi sia seduti sia in ginocchio o sdraiati.

Questo esercizio  serve come valvola di scarico per la memoria emozionale dl cervello limbico.

Lo scopo principale è quello di entrare in una dimensione di vuoto assoluto liberando appunto la mente da pensieri costanti o ricorrenti che possono creare blocchi energetici importanti all’organismo sia psichico che fisico, tipo ansie, paure o depressioni. A tutto questo ci si arriva con una respirazione così detta circolare, cioè senza interruzione tra inspirazione ed espirazione effettuata in modo lungo e profondo focalizzando la mente sulla respirazione addominale. Quando si avrà una certa padronanza della tecnica, dopo essersi focalizzati sulla respirazione e svuotato la mente, prima fase della meditazione, si concentrerà  il pensiero e la respirazione, su uno dei tre Dantien, quello principale situato dietro ai muscoli addominali, quello mediano, detto anche Timo, situato esattamente al centro tra i muscoli pettorali e quello superiore posto al centro della fronte, conosciuto anche come terzo occhio. Detto in breve, perché bisogna provare per capire, facendo questa meditazione sul primo Dantien si potrà raggiungere uno stato di coscienza ”alterato” che permetterà di avere la sensazione di essere in assenza di peso caricando di energia pulita l’intero corpo fisico con una ottimale rigenerazione di tutti gli organi. Lavorando con il respiro e la mente sul secondo Dantien si raggiungerà una notevole gioia e pace interiore che permetterà così di evacuare le energie stagnanti e i pensieri negativi o assillanti raggiungendo così una rilassatezza esteriore per poter affrontare tutti i problemi quotidiani con un’altra visione. Lavorando invece sul Dantien superiore, sempre con la stessa modalità, si avrà la netta sensazione di essere entrati in una dimensione diversa. Chi ha raggiunto una buona preparazione con la meditazione yauchun sul Dantien superiore riuscirà a fare viaggi astrali e a separare l’energia fisica da quella eterea, la sensazione che si raggiunge qui non é spiegabile a parole. La meditazione yauchun sul dantien superiore la sconsiglio vivamente a chi da poco tempo si é avvicinato a questa pratica o a chi soffre di problemi psichici di una certa entità.

Invito i principianti a praticare questa meditazione sotto la guida di un insegnante.

 

 

Germano Pelli

Tecnologo-Ric. in Cure Parapsicologiche Radioniche Curative

Dipl. Psichiatria Sociale FSPS.

Attestato di formazione interna di psichiatria FIP.

Curatore - Radiestesista

web: www.gongyauchun.wordpress.com


 







Lascia un Commento

*